Realizzazione siti internet

Avere un sito internet che funziona, al passo con i tempi e ben strutturato, è la miglior forma pubblicitaria attualmente disponibile. Un buon sito web vi permette infatti di raggiungere un bacino di utenti impensabile per qualasiasi attività locale.

Ho specificato "buon" sito web in quanto, di contro, un sito internet realizzato con scarsa conoscenza di internet e delle tecniche di sviluppo, rende il sito poco fruibile e, di conseguenza, da una brutta immagine dell'azienda.

Tipologie dei siti

Dal punto di vista della struttura e della tecnologia utilizzata, i siti web si possono distinguere sommariamente in due tipologie principali:

Siti statici

I siti web statici sono formati da pagine che presentano contenuti di sola ed esclusiva lettura. Solitamente vengono aggiornati con una bassa frequenza e sono mantenuti da chi ha competenze informatice (solitamente chi realizza il sito) in quanto si agisce direttamente sul codice HTML della pagina. Sono siti più semplici da realizzare in quanto prevedono molto meno lavoro di sviluppo.

Siti dinamici

I siti web dinamici sono formati da pagine che presentano invece contenuti redatti dinamicamente (in genere grazie al collegamento con un database) e forniscono contenuti che possono variare in base a più fattori. I siti web dinamici sono caratterizzati da un'alta interazione fra sito e utente; alcuni elementi che caratterizzano la dinamicità di un sito possono essere: l'interazione con uno o più database, ovvero l'inserimenti di testi da parte del cliente che il sito poi "trasforma" in pagine web; la presenza di moduli per l'invio di email o altre operazioni, operazioni varie sul file system, tipo la creazione di file PDF etc. A differenza di un sito statico, sono scritti tramite linguaggi di scripting. Io ad esempio utilizzo PHP.

Internet: un fenomeno in continua evoluzione

I termini informatici legati al web sono sempre più diffusi anche sui media tradizionali. Avrete sicuramente sentito parlare di Web 2.0, di social network, di blog e di wiki, ma sapete cosa sono?

Web 2.0

Il Web 2.0 è un termine utilizzato per indicare genericamente uno stato di evoluzione di Internet rispetto alla condizione precedente. Si tende a indicare come Web 2.0 l'insieme di tutte quelle "applicazioni" online che permettono uno spiccato livello di interazione tra l'utente ed il sito

Il confronto avviene tra i siti statici del cosiddetto Web 1.0, composto prevalentemente da siti web statici senza alcuna possibilità di interazione con l'utente eccetto la normale navigazione tra le pagine, l'uso delle e-mail e dei motori di ricerca e quelli nuovi che integrano ricerche in tempo reale, commenti ed interazioni più articolate.

Per le applicazioni Web 2.0, si usano tecnologie di programmazione particolari. Io ad esempio uso AJAX.

Social Network

Un social network, così come viene inteso in Italia, è un sito altamente interattivo che gestisce dei profili utente legati fra loro da relazioni sociali. Il più famoso è attualmente Facebook, ma è bene far notare che non è l'unico, ne esistono di generici - proprio come Facebook - ma anche di tematici: LinkedIn per il mondo lavorativo o Ping per la musica per esempio.

Blog

Nel gergo di internet, un blog (contrazione di web log) è un sito internet, generalmente gestito da una persona o da un ente, in cui l'autore (blogger) pubblica più o meno periodicamente, come in una sorta di diario online, i propri pensieri, opinioni, riflessioni, considerazioni ed altro, assieme, eventualmente, ad altre tipologie di materiale elettronico come immagini o video.

Il fenomeno ha avuto un boom in Italia negli anni scorsi anche grazie a piattaforme che permettevano a chiunque di crearsi il proprio spazio on-line gratuitamente e senza grosse difficoltà tecniche.

Ora il fenomeno in Italia risulta leggermente più mirato: viene infatti utilizzato da personaggi famosi, giornalisti e scrittori più o meno famosi, politici ed opinionisti o da aziende per esternare il lato "umano" dell'azienda.

Wiki

Un wiki è un sito web che viene aggiornato dai suoi utilizzatori e i cui contenuti sono sviluppati in collaborazione da tutti coloro che vi hanno accesso. La modifica dei contenuti è aperta, nel senso che il testo può essere modificato da tutti gli utenti (magari previa registrazione) procedendo non solo per aggiunte come accade solitamente nei forum, ma anche cambiando e cancellando ciò che hanno scritto gli autori precedenti.

Ogni modifica è registrata in una cronologia che permette in caso di necessità di riportare il testo alla versione precedente; lo scopo è quello di condividere, scambiare, immagazzinare e ottimizzare la conoscenza in modo collaborativo. Il termine wiki indica anche il software collaborativo utilizzato per creare il sito web e il server.

Inutile dire che l'esempio più famoso è Wikipedia, un'enciclopedia creata e verificata dagli utenti.

Quale scegliere?

Ora che ti ho fatto fare abbastanza confusione, ti starai chiedendo quale sia il servizio più adatto alle tue esigenze, ma non preoccuparti, con una chiacchierata andremo a stabilire qual'è il sito internet che fa al caso tuo e, soprattutto, dei tuoi clienti.