Campagne di promozione su internet

Avete un prodotto molto valido ma che è poco conosciuto? La pubblicità tradizionale è costosa e raggiugne target di utenza troppo eterogenea? Allora quello che fa al caso vostro è una campagna promozionale su internet.

Google AdWords

Se usate Google come motore di ricerca, avrete sicuremente notato la presenza di due categorie di risultati quando effettuate una ricerca: una colonna a sinistra pi¨ larga contenente i risultati organici (non a pagamento) e una colonna pi¨ piccola a destra (e a volte sopra) che riporta dei "collegamenti sponsorizzati".

I link che appaiono su quella sezione sono stati scritti dal proprietario del sito pubblicizzato e, sempre lo stesso proprietario, ha deciso quanto pagare, cosa pubblicizzare e a chi farlo vedere.

Google AdWords, infatti, permette sia di servire un pubblico molto vasto che, al contempo, tramite una serie di targettizzazioni, di andare a restringere gli utenti di Internet (per localitÓ, per lingua, per dati demografici...) fino a raggiungere il vostro target di audiance ideale.

Come funziona?

Facendovela molto breve, tramite Google AdWords, potrete andare a creare delle campagna pubblicitarie (per i vostri prodotti, per offerte stagionali, per la vostra azienda...), stabilendo un target geografico e un badget giornaliero, per ottenere essenzialmente due cose: una risposta diretta (una vendita, un contatto, una registrazione ad una newsletter...) o il potenziamento del marchio (brand awareness).

Per ogni campagna potrete creare degli annunci (testuali, grafici, video, rich media...) che verranno pubblicati o sulla rete di ricerca di Google (su tutti i siti che usano Google come motore di ricerca) o sulal rete Display di Google (tutti i siti che si appoggiano a Google per la pubblicitÓ).

La visualizzazione del vostro annuncio viene attivata dalle parole chiave che avrete scelto e/o dai posizionamenti selezionati, in base per˛ ad un'asta (fatta da Google in automatico) dove vi confronterete con la concorrenza.

Quanto costa?

Ho giÓ fatto riferimento al fatto che VOI stabilirete un tetto di spesa massimo giornaliero (1, 2, 5, 10 euro...) che andrÓ poi gestito e ottimizzato per i vari annunci (o gruppi di annunci) e per le singole parole chiave. Non voglio andare troppo sul tecnico perci˛ cercher˛ di spiegarmi meglio con un esempio:

Esempio: fioreria Montecarlo a Padova

La fioreria Montecarlo decide di attivare una campagna pubblicitaria per San Valentino stabilendo di spendere al massimo 5 euro al giorno (In realtÓ spenderÓ al massimo 152 euro al mese: 5&euro * 30,4 giorni medi).

Il gestore decide di indirizzare la campagna solo agli utenti di lingua italiana che si collegheranno* ad Internet da Padova e da alcuni comuni limitrofi, scelti ad hoc.

* prendete tutto con leggerezza, sto semplificando di molto il discorso per non stressarvi troppo!

Qual Ŕ il mio compito?

Tutto quello che vi ho detto lo potete fare da soli o potete affidarvi ad un terzo che gestirÓ con voi la campagna pubblicitaria. Questo terzo pu˛ essere un pinco palla qualsiasi o un Google Advertising Professional certificato, come me.

Sono un Google Advertising Professional

Al dilÓ del nome altisonante, questo certificato serve solo per dimostrare di avere le conoscenze e le competenze necessarie per gestire al meglio le vostre campagna, facendovi spendere il meno possibile ma con i risultati che volete ottenere.

La certificazione si ottiene passando almeno due esami tenuti da Google stessa non con il 60% delle risposte esatte ma con almeno l'85%.